Colloquio di lavoro

La settimana scorsa sono stata convocata per un colloquio.

Così, lunedì mi sono recata presso la società. Mi hanno accolta gentilmente, e poi mi hanno “rinchiusa” in una stanza e mi hanno fatto compilare una scheda anagrafica.

Dopo un quarto d’ora circa, l’esaminatrice è tornata e abbiamo iniziato la nostra chiacchierata.

Come prima cosa mi ha presentato la banca, l’organizzazione aziendale e territoriale. Poi mi ha parlato del processo di selezione, dei tempi e delle modalità.

In seguito ha dato la parola alla sottoscritta. Ha fatto diverse domande, secondo me alquanto strane, e all’inizio ero tranquilla, successivamente l’agitazione ha preso il sopravvento e la mia testolina si è più volta fatta domande sulla risposta più giusta che avrei potuto dare. Mi sono lasciata guidare dall’istinto, ed ho risposto con sincerità. Non so se è una buona strategia…

Ecco alcune domande:

                     Mi parli della sua carriera scolastica;

                     Mi parli della sua tesi, del titolo, di come l’ha trovato e del reperimento delle informazioni

                     Ha mai pensato di rimanere nell’università o di esercitare la libera professione?

                     Riguardo alla libera professione, come le sembrava l’ambiente di lavoro?

                     Due cose che la fanno arrabbiare e due cose che le fanno piacere

                     Due suoi pregi e due suoi difetti

                     Se qualcuno parla male di lei, cosa fa?

                     Perché le piacerebbe lavorare in banca?

                     Che ruolo le piacerebbe ricoprire

                     Un suo sogno nel cassetto?

                     Vedo che ha giocato a pallavolo, cosa le piaceva e perché ha smesso?

                     I suoi Hobbies?

                     In un gruppo di lavoro che ruolo ricopre? Aspetto ludico, di coordinamento, ecc.?

                     Immagini questa situazione: è venerdì pomeriggio, sono le 16. il suo capo parte per le vacanze e le dice di ultimare un lavoro per lui, che deve essere pronto per lunedì. Intanto riceve una chiamata, dell’amministratore delegato del cliente più importante della vostra banca, e le chiede di preparare un lavoro in power point per lunedì, visto che il capo non c’è. Come si comporterebbe?

                     Ama leggere? Legge libri gialli?

                     Una città che le è piaciuta? Perché

                     Le sarebbe piaciuto vivere in un’altra epoca?

                     Il suo libro preferito?

                     Una situazione in cui si è sentita orgogliosa di quello che ha fatto e perché.

                     Una situazione difficile in cui si è trovata e come l’ha risolta

                     Come vive l’imprevisto?

                     Lei è il tipo che pianifica, che usa agende? Ma quelle cartacee o elettroniche?

Sono strana io, o queste domande sono un po’ anomale? È vero che bisogna capire chi si ha di fronte, ma a me sembravano strane!

Incrociamo le dita!

10 pensieri su “Colloquio di lavoro

  1. Niente di strano, sono normali domande che i selezionatori rivolgono ai candidati per saggiarne le attitudine.
    Sei stata fortunata, ci sono selezionatori che fanno domande molto molto più “bastarde” di queste, capaci davvero di metterti in difficoltà.🙂

  2. Interessante! Vorrei sapere come hai risposto alla situazione del venerdì pomeriggio… A me non hanno fatto tante domande al mio unico colloquio, però quella suoi tuoi pregi e difetti potevi preparartela per quanto è standard! La risposta che vogliono sentire: “Il mio difetto è che a volte sono troppo perfezionista: tengo troppo che il lavoro sia fatto bene che può capitare che impieghi più tempo del dovuto, e in questo modo ne risente l’efficienza…”🙂
    Baci😛

  3. queste sono domande semplici……
    a me ha chiesto se a scuola sottolineavo i libri
    e altre cose assurde per esempio dove tengo il libro che sto leggendo e mi ha pure guardato le scarpe e ha fatto commenti in merito….
    cmq mi hanno chiamata per il secondo colloquio

  4. aiuto giovedi prossimo ho il mio primo colloquio!! per di più per un lavoro in banca!! ci sarà da ridere! grazie per tutto ciò che avete scritto!!!!!!! leggo e memorizzo!! buona fortuna a tutti!!

  5. Salve domani ho un colloquio,il primo, in banca….Sono un po agitata,non mi han detto s esi tratta di un colloquio individuale o che…….speriamo

  6. sinceramente io sono senza parole!! ho fatto tanti colloqui in questi giorni e ancora manco 1 e andato bene, e nn so il perchè, fanno delle domande tipo come si comporterebbe lei con un cliente quando entra in un negozio??, qualle son i suoi preggi e diffetti..etc…e io rispondo bisogna sorridere, e domandarli si ha bisogno in cosa posso esserle di aiuto..etc..mah evidentemente nn e la risposta adatta o pure c’è qualcosa che nn va!!, nn so piu cosa pensare..e pure nn e il primo colloquio che faccio!!.se qualcuno mi puo suggerire qualcosa…grazie.

  7. a me oggi è stato chiesto:”se si trova in un bosco e trova un guscio di tartaruga…cosa pensa???”
    e te credi che le tue eran strane?? ahahahha

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...