Gita a Salisburgo

salisburgo-039.jpgPartire è un po’ morire! Non per me, che viaggerei di continuo, sia per il gusto di conoscere nuovi posti che per il piacere di confrontarmi con una cultura diversa dalla mia. Forte di questi presupposti, il ponte del primo Novembre l’ho trascorso a Salisburgo, nota cittadina dell’Austria, che ha dato i natali al grande Mozart! Io e il mio ragazzo siamo partiti il 2 Novembre. Faceva molto freddo ma c’era il sole! Tuttavia, man mano che attraversavamo le alpi, i paesaggi iniziavano a cambiare! Che novità, penserete! In realtà a cambiare erano soprattutto i colori, dal giallo- rosso autunnale al bianco invernale! Proprio così, abbiamo trovato la neve e non solo su tratti di autostrada ad alta quota, ma a Salisburgo città! In realtà noi alloggiavamo a Puch bei Hallein (Puch nei pressi di Hallein!) e anche qui neve! Il nostro B&B era graziosissimo, legno dappertutto, molto verde, pulito e …..silenzioso! Troppo silenzioso, poi abbiamo compreso perché!Eravamo gli unici ospiti! Il pomeriggio abbiamo fatto un giro a Salisburgo: stupenda, romantica, ordinata e molto molto cvile! Abbiamo cenato al Nordsee, nota catena tedesca, tipo il Macdonald’s, ma di qualità migliore, che però cucina solo piatti a base di pesce! Usciti dal locale, dal cielo iniziava a scendere qualche fiocco di neve, tramutatosi presto in tempesta di neve e, presa la macchina, per poco non ci ritrovavamo dalla parte opposto al nostro hotel! Abbiamo smarrito la strada per Puch! Basta chiedere, penserete! Beh, non è così facile, perché non solo per strada non c’era nessuno, viste le avverse condizioni meteo, ma l’unica persona che abbiamo trovato non parlava inglese e ci ha spiegato la strada con gesti! Siamo così riusciti ad arrivare a l nostro alloggio, sperando di trovare un ambiente caldo! Niente! Termosifoni spenti! Abbiamo chiesto di accenderli e ci hanno accontentati subito! Il primo giorno è terminato così! Il secondo è stato decisamente meglio! Ci siamo svegliati con tanta neve a terra, ma per fortuna gli austriaci sono molto efficienti! Le strade erano già pulite! Abbiamo preso l’autobus e abbiamo iniziato la nostra gita in città! Non c’è una sola zona di Salisburgo che non meriti di essere vista! La parte che ho preferito è stata la fortezza! Il paesaggio era mozzafiato! La città, dall’alto, appare divisa in due dal fiume Salzach: da un lato c’è la città vecchia, dall’altra la nuova, anche se i palazzi nuovi non sono in netto contrasto con quelli vecchi! Abbiamo pranzato in una trattoria (Gasthof) con pietanze austriache (non male), e ci siamo incamminati verso la fermato dell’autobus, visto che i piedi iniziavano a perdere sensibilità per il freddo! Una cosa che mi ha stupito tantissimo, è il senso di civiltà dei cittadini austriaci! Un esempio: poiché un autobus ha saltato una corsa, l’autista del nostro autobus non ha fatto pagare il biglietto ai passeggeri, in segno di scusa per il disservizio! Può sembrare nulla, ma io sono stata particolarmente colpita da questo episodio!

Vi consiglio di visitarla, vale davvero la pena!

8 pensieri su “Gita a Salisburgo

  1. Wow, mi hai fatto venire voglia di tutto: del pesce, di andare in giro in mezzo alla neve, di risentire la parlata degli austriaci (delle loro patate, però, faccio a meno)! E il B&B sembra molto carino… ma tutta la gente della famiglia nella foto del loro sito c’è per davvero?🙂
    Bacio😉

  2. L’anno scorso, Novembre 2011, sono andata a Salisburgo, incantevole città! E’ stata un’esperienza unica, straordinaria e indimenticabile! Dal quel viaggio ho imparato tanto e ricevuto molto, compreso un amore che mai mi sarei potuta aspettare di conoscere sul volo dell’andata. Sono partita il 4 e tornata il 7. Essendoci di mezzo lo scalo a Vienna, ho avuto un giorno e mezzo per visitare la città e il castello prima di andare la sera del 6 al teatro Grosses Festspielhaus per assistere al concerto del divino Paul Anka (mi ha fatto anche l’autografo, che dolce!!). Ogni volta che devo ripartire da un luogo che mi ha affascinato e deliziato, ci lascio un pezzetto del mio cuore e le lacrime. Anche quando sono andata per due mesi in Romania nell’estate del 2010. Non volevo più tornare in Italia! E’ così verde e pulita! E i rumeni sono persone molto, molto ospitali e solari. Mi sono trovata così bene… che ho avuto l’opportunità di ritornarci l’anno scorso per trascorrere Natale e Capodanno. Mi sono divertita come non mi capitava da tanto tempo! E per l’occasione avevo indossato il costume popolare! Ero proprio bella ^___^ Viaggiate appena potete! Andate dove volete! Viaggiare apre la mente verso le altre culture, gli usi e i costumi =D

  3. I think this is among the most significant information
    for me. And i’m glad reading your article. But want to remark on some general things, The site style is great, the articles is really great : D. Good job, cheers

  4. What’s Happening i’m new to this, I stumbled upon this
    I have discovered It positively helpful and it has helped me out loads.
    I hope to contribute & help other customers like its aided
    me. Great job.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...