I Film che danno il batti-cuore

A proposito di amori (si veda il mio articolo di ieri), oggi su Repubblica, ho trovato nella sezione “Photogallery”, la classifica dei film che danno il batticuore. Infatti, da una ricerca scientifica condotta in Inghilterra, da studiosi del “Mind laboratory” , risulta che la visione di alcuni film, genera batti – cuore, alta pressione arteriosa e attività cerebrale.  Grazie ai neuroni-specchio, gli spettatori rivivono a livello inconscio le emozioni rappresentate sullo schermo (così come spiega un neuropsicologo). I neuroni-specchio sono una scoperta relativamente recente e aiutano a creare il fenomeno dell’empatia.

Tra i titoli ci sono alcuni titoli che ho inserito nel mio post. Ecco qui la classifica, da quello che suscita più emozioni, Romeo + Giulietta, a quello che ne suscita meno, Dirty Dancing:

 

1. Romeo + Giulietta (Film con Di Caprio e Claire Danes)

2. Casablanca (il finale)

3. Ghost

4. Via col vento

5. Titanic

6. Le pagine della nostra vita

7. Breve incontro, film del ‘45

8. Pretty woman

9. Love actually

10. Dirty dancing

 

Annunci

“L’anima gemella” e “Guerra e Pace”, due giovani attrici che ritornano

Qualche anno fa ho visto, in seconda serata, un film di un regista da me molto apprezzato ed amato (sarà perché è originale, sarà perché è della mia terra, sarà perché è molto bravo…). Il film è “l’anima gemella” ed il regista Sergio Rubini.

Nel film si mescolano comicità e “misticità”, in uno snodarsi di equivoci con un finale davvero a sorpresa…

Tonino è promesso sposo di Teresa (Valentina Cervi), ma è innamorato della cugina di lei, Maddalena (Violante Placido). La gelosia porterà una delle protagoniste, Valentina Cervi, a rivolgersi ad un “fattucchiere”, per cercare di riavere il suo amore. Poi…vi consiglio di vederlo!

A distanza di diversi anni ecco le due protagoniste di nuovo insieme sullo schermo, ma questa volta protagoniste di un kolossal internazionale prodotto dalla RAI, “Guerra e Pace”, dal celebre romanzo di Tolstoj. In questo film, però, si sono invertite le parti. Violante Placido personifica la parte di una donna arrivista, senza scrupoli e sentimenti, mentre Valentina Cervi veste i panni di una donna estremamente buona, dedita alla sua famiglia e al suo severo padre. Molto brave entrambe, e molto bello anche quest’ultimo kolossal della RAI.

Matrimoni e pregiudizi

Oggi voglio scrivere del film “Matrimoni e pregiudizi”, che ho visto venerdì.La storia riprende quella di “Orgoglio e pregiudizio” (Pride and prejudice, si è giocato con le parole, Bride and  prejudice, oltre che con la trama) di Jane Austen.Per chi fosse a digiuno della trama del noto romanzo: una famiglia composta da quattro figlie e, ovviamente i due genitori. Due giovani ricchi che arrivano in “città” e la nascita dell’amore, tra pregiudizi e fraintendimenti. È il mio libro preferito. Il film “Matrimoni e pregiudizi” ha la stessa trama, ma le ambientazioni sono diverse. Non c’è la campagna inglese a fare da sfondo, ma la colorata ed esotica India. La cosa che salta subito agli occhi sono i colori, sia della scenografia che dei costumi, molto caldi, che richiamano il colore del sole, dall’alba al tramonto.Una recensione che ho letto parla di questo film in termini negativi, io al contrario, lo trovo delizioso. È davvero un bel musical.